Lo dice un report pubblicato da Vivid Economics. Nel 2008, in risposta alla crisi economica globale, gli investimenti erano stati pari al 16%. Italia all’11esimo posto su 30 Paesi monitorati

Secondo i dati emersi da un rapporto pubblicato oggi da Vivid Economics, solo il 12% delle risorse investite per la ripresa economica dei Paesi colpiti dall’emergenza Covid-19 viene destinato a progetti green. Uno stimolo ben al di sotto di quello espresso, nel 2008, in risposta all crisi economica globale, quando la percentuale si attestò al 16%.

Il dato ancor più preoccupante è che se nel 2008 erano stati stanziati circa 522 miliardi dollari per investimenti verdi su un totale di 3.300 miliardi, in questa nuova emergenza dei quasi 15mila miliardi stanziati solo 1,8 finanzieranno progetti che porteranno a un taglio delle emissioni di gas serra e a un aumentano dell’efficienza energetica. Circa 2,8 miliardi di dollari andranno, viceversa, a sostenere interventi inquinanti e nocivi per il clima.

Per l’emergenza Covid-19 dei quasi 15mila miliardi stanziati solo 1,8 finanzieranno progetti che porteranno a un taglio delle emissioni di gas serra e a un aumentano dell’efficienza energetica

Dei 30 Paesi chiave presi in considerazione nel report, solo in 10 il bilancio della spesa sarà nettamente positivo per l’ambiente. Gli occhi sono puntati, ovviamente, sulla nuova Amministrazione degli Stati Uniti guidata da Joe Biden, che ha già firmato una serie di ordini esecutivi per far rientrare gli Usa negli accordi sul clima di Parigi e per fermare i lavori di completamento dell’oleodotto Keystone Xl. Segnali positivi arrivano anche da Regno Unito, Danimarca, Canada e Francia. Anonima, invece, la posizione dell’Italia, classificata all’undicesimo posto e in attesa di una spinta in avanti che, si spera, possa arrivare con l’istituzione di un ministero per la Transizione ecologica, al centro delle consultazioni che il presidente del consiglio incaricato Mario Draghi ha avuto nei giorni scorsi con le associazioni ambientaliste.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SOSTIENI IL MENSILE

Redazione